La nostra massima priorità: i nostri proprietari e ospiti. COVID-19: aggiornamento e politica di cancellazione

13 dicembre 2021 | Tempo di lettura: 3 minuti

Osservate l’arte locale in Arizona

Phoenix svela i suoi veri colori

Da Dena Roché

A Phoenix, la florida e vivace scena dell’arte di strada offre un assaggio di ciò che la rende la quinta città più grande degli Stati Uniti.

Sebbene i murales si trovino in tutte le zone di Phoenix, la maggior parte sono nel centro e nel quartiere artistico, noto come Roosevelt Row. L’area si estende da McDowell Road a sud fino a Van Buren Street e da Central Avenue a ovest fino alla Seventh Avenue.

Questo posto vivace è il luogo perfetto non solo per osservare la scena artistica di Phoenix, ma anche per provare alcuni fra i cibi, le bevande e i negozi locali. Scoprite questo piccolo assaggio artistico nel vostro viaggio.

MURALES PRIMA-MARICOPA DEL FIUME SALT
111 W. Monroe St.
Inaugurato nell’aprile 2021 questo murales da 45 piedi raffigura una giovane donna della comunità indiana di Pima e Maricopa sul fiume Salt con in mano una rosa. Si tratta del lavoro di due dei più noti artisti di strada di Phoenix: Miles “El Mac” MacGregor e Thomas “Breeze” Marcus.

Il murales sulla parete sud dello storico edificio raffigura lo stile ritrattistico firmato El Mac, che incorpora schemi di contorni ripetuti e forme geometriche intrecciate di Breeze.

Fate una pausa: l’Hidden Track Café & Bodega, nell’edificio dove è dipinto il murales, serve caffè in stile artigianale e bevande speciali come la granita di caffè all’orzata.

VICOLO DI MURALES
Sulla 1st e Garfield Street
A meno di un miglio si trova il vicolo di murales (Mural Alley), comunemente nota come 1 1/2 Street. Si tratta del cuore del quartiere di Roosevelt Row ma può essere difficile da trovare. Anche le persone del posto ve lo diranno.

Avete bisogno di indicazioni? Dirigetevi verso The Churchill, un padiglione gastronomico e di negozi all’aperto. Quando passeggiate dietro l’edificio, vedrete dozzine di lavori fatti da artisti locali per tutta la lunghezza del vicolo. Sono raffigurati motivi degli iconici paesaggi dell’Arizona che ne sottolineano le radici indigene.

Fate una pausa: All’interno di The Churchill, potete trovare il State Forty Eight, un negozio adorato dai locali che vende abbigliamento all’avanguardia e che fa dell’Arizona l’ultimo stato dell’unione dei 48 stati contigui degli Stati Uniti.

OPEN ARMS
Sulla 1° strada e su Roosevelt Street

Ad appena un isolato di distanza si trova la chiesa aconfessionale Roosevelt Community Church, luogo del murales giustamente chiamato Open Arms (A braccia aperte). Attribuito agli artisti di strada locali Bishop Ortega, Larry Valencia e Anthony Vasquez, il nome del murales e la sua ubicazione sottolineano il suo messaggio di accoglienza e inclusione.

Fate una pausa: Dirigetevi un isolato più in là su Roosevelt Street verso Carly’s Bistro, il quale offre zuppe, panini e insalate a pranzo o una cena leggera in un ambiente amichevole e artistico.

THEODORE
110 E. Roosevelt St.
Proprio dietro l’angolo c’è un locale che serve birra artigianale, vino e bottiglie noto come The Theodore dove potete trovare le migliori birre dell’Arizona. All’esterno, troverete il murales Theodore dipinto da Tato Caraveo. L’artista dà un tocco surrealista al 26° presidente degli Stati Uniti: Theodore Roosevelt.
Durante i suoi ultimi due mandati all’inizio del XX secolo, Roosevelt ha avuto un grande impatto sull’Arizona. Ha firmato un ordine esecutivo affinché il Grand Canyon diventasse un monumento nazionale, nonché il National Reclamation Act (la legge sulla bonifica nazionale), la quale ha portato alla costruzione della diga Roosevelt.

Fate una pausa: Avventuratevi all’interno del The Theodore e assaporate le birre locali come la Hoppy Amber Red Ale della Tombstone Brewing Company o il sidro Javelina Rosé di Stoic Cider a Prescott.

LA MUSA
2nd Street vicino Portland Street
A due isolati a nord della 2nd Street, osservate il murales La Musa dall’artista di graffiti Clyde a lato dei Hance Park Condos. Questo murales, raffigurante una donna con una valigia alla ricerca della sua prossima avventura, di sicuro toccherà i cuori di tutti i viaggiatori.

Fate una pausa: Rilassatevi nel vicino parco Margaret T. Hance o visitate il giardino Japanese Friendship Garden all’interno del parco.

PHOENIX
2814 N. 16th St.
Per l’ultima tappa, macinate altre 2,5 miglia per osservare uno dei murales più famosi della città. Il murales sulla parete del Barrio Café è una collaborazione variopinta di diversi tra i migliori artisti di strada della città. Aperto dal 2002, il ristorante ha ottenuto recensioni entusiastiche e la sua chef fondatrice Silvana Salcido Esparza è stata nominata per il premio James Beard.

Fate una pausa: Barrio Café è una tappa obbligatoria per assaggiare piatti messicani autentici come il chile en nogata o la cochinita pibil.

DOVE SOGGIORNARE

Grazie alle meravigliose viste sulla montagna e agli ardenti tramonti vellutati, le meraviglie del deserto si fondono con le comodità delle piscine luminose e delle spa rilassanti del Marriott’s Canyon Villas. È un’oasi che vi aspetta alla fine di una giornata frenetica alla scoperta di Phoenix.

COME ARRIVARCI

I proprietari registrati e di punti potranno utilizzare i punti Vacation Club per prenotare un soggiorno presso i resort Marriott Vacation Club vicino Palm Springs. Accedete al sito web riservato ai proprietari per cercare disponibilità e prenotare un soggiorno.

I proprietari di settimane del Marriott Vacation Club possono effettuare una richiesta di scambio interna tramite Interval International® per visitare il Marriott’s Canyon Villas.