La nostra massima priorità: i nostri proprietari e ospiti. COVID-19: aggiornamento e politica di cancellazione

20 ottobre 2021 | Tempo di lettura: 3 minuti

Un’oasi tiki nel deserto

Scoprite la cultura tiki a Palm Springs

Sapete di essere arrivati nel centro di Palm Springs quando vedete la sua ampia collezione di case moderne di metà secolo e gli edifici commerciali, dal centro visitatori di Palm Springs al Museo d’arte di Palm Springs e Centro di architettura e design. Il tema moderno di metà secolo continua nel quartiere di design della città, dove potete scoprire un’ampia gamma di arredamenti moderni, opere d’arte e accessori.

Ma se osservate più da vicino, vedrete anche alcuni simboli sorprendenti dei tropici o almeno una versione retrò. I bar e boutique con nomi colorati come Tonga Hut, The Shag Store (il quale deve il nome all’artista Josh Agle, anche noto come Shag) e Bootlegger Tiki contrastano con il modernismo affascinante per dimostrare che la cultura tiki è in crescita nel deserto ancora una volta.

I TROPICI SI FONDONO CON IL DESERTO

Agli inizi degli anni ‘50, nel cuore di Palm Springs fu aperta una versione del famoso bar ristorante tiki Don the Beachcomber. Grazie all’espansione dei viaggi aerei, la fantasia dei viaggi polinesiani divenne di moda e improvvisamente accessibile.

Quando le celebrità fecero di Palm Springs un luogo di vacanza preferito, affollavano l’avamposto della città Beachcomber (molti già lo conoscevano per la prima sede della catena a Hollywood). Si dice che a nessun altro, a parte Frank Sinatra, piacesse il Navy Grog: un miscuglio pesante di rum con sciroppo di miele e cedro per distrarre chi lo beveva dalla sua potenza.

La tendenza tiki ha influenzato anche l’aspetto residenziale di Palm Springs. La famosa azienda di architettura di metà secolo Wexler and Harrison progettò il Royal Hawaiian Estates, un complesso di appartamenti costruito nel 1960. Ubicato nei pressi del Giardino botanico e cactarium Moorten, il complesso da 12 edifici fonde linee chiare con sculture strambe in stile tiki.

IL TIKI OGGI

Alla fine degli anni ‘60, il tiki divenne fuori moda ma non perse mai il suo appeal. Andando avanti rapidamente fino alla rivoluzione dei cocktail agli inizi dei 2000: le vecchie ricette dei drink come il mai tai e lo zombie tornarono in voga.

Nello stesso periodo, l’artista della California del Sud Josh “Shag” Agle iniziò a diventare famoso con gli spettacoli artistici in stile tiki presso le gallerie di Hollywood e New York. Nel 2009, Agle aprì il suo negozio a Palm Springs su Palm Canyon Drive, nel quale offriva stampe d’arte in stile tiki retrò, vetreria, teli da mare e altri accessori.

Quando il Tonga Hut, il più vecchio bar tiki di Los Angeles si ampliò, Palm Springs dimostrò una forza naturale. La seconda sede dell’Hut aprì nel 2014. La versione di Palm Springs offre tutti gli abbellimenti tiki tra cui Volcano Bowl condivisi, cocktail flambé e decorazioni con ispirazione isolana. Anche l’edificio che ospitava l’originale Don the Beachcomber tornò alle sue radici tiki. Adesso è sede di Ernest Coffee Co. (in onore di Ernest Gantt, il nome di battesimo del fondatore di Don the Beachcomber Donn Beach), e Bootlegger tiki, un bar polinesiano che serve giri su classici cocktail tiki come il Luck Be a Lady a base di mezcal e il Trinidadi Issues a base di rum.

DIVERTIMENTO CLASSICO CON UNA SVOLTA

La cultura tiki continua a evolvere. I bartender del Tonga Hut e del Bootlegger tiki hanno aggiornato i menu originali dei drink per adattarsi meglio alle tendenze dei cocktail realizzati con liquori in versione limitata, amari fatti in casa e frutta fresca.

La nuova versione del Rum Barrel al Tonga Hut semplifica la ricetta originale ma ne conserva la potenza. La fusione di “frutta esotica,” liquore Falernum e spezie dà come risultato un drink che ricorda un viaggio di ottobre sulle isole, dove sai che a casa è autunno ma in spiaggia è eterna estate.

Al Bootlegger, il Dr. Oaxaca prende un paio di rum e aggiunge granatina e amari al sedano, quest’ultimo una svolta della mixologia moderna. Ma a prescindere da come decidete di assaggiare la cultura tiki a Palm Springs, promette di trasportarvi via.

DOVE SOGGIORNARE

Per assorbire il contesto tiki di Palm Springs, i proprietari Marriott Vacation Club® possono prenotare un soggiorno presso Marriott’s Desert Springs Villas o Marriott’s Shadow Ridge. Nascosti tra i paesaggi montani del sud della California, questi resort offrono un paradiso dal quale assorbire la cultura locale mentre vi godete il golf in loco e i servizi come a casa. Quando non siete in giro a esplorare la scena tiki, potete anche rilassarvi con un cocktail nel resort. Scoprite i drink tropicali rinfrescanti al The Water’s Edge Bar & Grill accanto alla piscina del Marriott’s Desert Springs Villas e al Chuckwalla Pool Bar & Grill del Marriott’s Shadow Ridge.

COME ARRIVARCI

I proprietari registrati e di punti potranno utilizzare i punti Vacation Club per prenotare un soggiorno presso i resort Marriott Vacation Club vicino Palm Springs. Accedete al sito web riservato ai proprietari per cercare disponibilità e prenotare.

I proprietari di settimane possono effettuare una richiesta di scambio per una visita di queste proprietà tramite Interval International®. Accedete a intervalworld.com per inoltrare una richiesta di scambio.